Venerdì 20 Settembre 2019

novi ligure

Manutenzione e sicurezza le priorità di Cabella alla sua giunta

Il sindaco di Novi Ligure Gian Paolo Cabella ha presentato ufficialmente la sua giunta: "Ho privilegiato l'esperienza", dice

Manutenzione e sicurezza le priorità di Cabella alla sua giunta

Da sinistra: Bruno, Accili, Cabella, Cuccuru, Dolcino e Franco

NOVI LIGURE — «Nessun progetto faraonico. Lavoreremo per avere più manutenzione, più pulizia e più sicurezza. I cittadini si aspettano molto da noi e non possiamo sbagliare». Il sindaco di Novi Ligure Gian Paolo Cabella, presentando stamattina alla stampa la squadra di governo, ai suoi ha dato una linea ben precisa: lavorare a testa bassa e senza tanti fronzoli. Per la propria giunta, Cabella ha privilegiato l’esperienza al consenso: i più votati sono rimasti fuori (come Marco Bertoli per la Lega e Oscar Poletto per Forza Italia) e l’età media è piuttosto alta, 65 anni. «Ma diversi giovani consiglieri riceveranno singole deleghe», dice il primo cittadino.

I nomi sono quelli annunciati alla vigilia: Diego Accili sarà vicesindaco («A Forza Italia avevo promesso che questa carica sarebbe andata a uno di loro», spiega Cabella) e avrà le deleghe a Lavori pubblici, Trasporti, Protezione civile, Piano energetico e Servizi cimiteriali. L’architetto alessandrino Roberta Bruno avrà competenza su Gestione del territorio, Urbanistica, Attività produttive, Ambiente e Agricoltura. Per Costanzo Cuccuru, già assessore negli anni Ottanta, Cabella ha riservato gli incarichi relativi a Cultura, Pubblica istruzione, Formazione professionale, Sport e Turismo. Pino Dolcino seguirà Commercio, Promozione economica e Rapporti con i cittadini. A Marisa Franco le deleghe a Sicurezza, Polizia municipale, Viabilità, Personale, Affari sociali e Disabilità. Infine il sindaco ha trattenuto per sé Bilancio, Finanze, Patrimonio, Economato, Trasparenza, Comunicazione, Partecipazione e Servizi informatici (per legge inoltre gli spettano tutte le competenze non espressamente delegate).

Tra gli impegni di lungo termine che il sindaco Cabella si è preso c’è la redazione del nuovo piano regolatore generale («Ma sarà un lavoro lungo») e fin da subito ha chiarito che non sarà attuato il progetto di modifica di piazza del Maneggio ideato dall’amministrazione Muliere. Confermata anche l’intenzione di fare retromarcia sullo shunt del Terzo Valico (la bretella ferroviaria che non c’è più nel progetto e che invece il centrodestra rivuole). Cabella ha inoltre annunciato che da lunedì entreranno in servizio cinque nuovi agenti di polizia municipale, che proprio ieri hanno prestato giuramento a Torino (il concorso ovviamente si era tenuto nei mesi scorsi): «Un bel regalo per l’assessore Franco», ha scherzato il sindaco. Infine la questione Pernigotti: il governatore del Piemonte Alberto Cirio la settimana prossima sarà a Novi per la prima riunione “itinerante” della giunta regionale in cui si discuterà anche della crisi dell’azienda dolciaria novese. «Non abbiamo ancora una data precisa – ha detto Cabella – In ogni caso convocherò parallelamente anche la giunta comunale per una riunione congiunta».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Alessandria

Muore a 18 anni: dona cuore,
fegato e reni

14 Settembre 2019 ore 20:00
Il dramma

Investito e ucciso mentre rientrava
a casa in bicicletta

18 Settembre 2019 ore 09:17
.