Lunedì 13 Luglio 2020

novi ligure

"Negozianti penalizzati dal trasloco del mercato del giovedì"

I commercianti della zona di piazza XX Settembre chiedono garanzie: "Lo spostamento sia solo temporaneo"

Il mercato del giovedì si allunga in via Roma

Il mercato di piazza XX (foto archivio)

NOVI LIGURE — Lo spostamento del mercato del giovedì al piazzale dell’ex caserma Giorgi in via Verdi sta creando un certo malcontento tra i commercianti novesi le cui attività sono posizionate vicino a piazza XX Settembre.

«Parlo a nome di almeno una decina di commercianti della zona – dice Simone Mastrorosa [nella foto], titolare della Casa del Dolce – Il mercato dentro le caserme non aiuta nessuna attività. Dopo mesi di chiusura stiamo cercando di ripartire e la mancanza delle persone che solitamente al giovedì entrano nei nostri bar e negozi è molto penalizzante per tutti. Ci chiediamo inoltre come mai sia stato spostato solo a Novi, mentre nei comuni limitrofi i mercati sono rimasti nella loro sede, ovviamente con la garanzia di ingressi contingentati».

simone mastrorosa«L’amministrazione, per rivitalizzare il commercio di via Roma, aveva deciso da febbraio di posizionare alcuni banchi nella via stessa, mentre ora è stato tolto tutto. Penalizzazione su penalizzazione, quindi», dice Mastrorosa.

La paura è che lo spostamento sia a tempo indefinito, anche in vista della prossima realizzazione della rotatoria tra piazza XX Settembre, via Verdi, via Raggio e corso Marenco, prevista dai lavori del Terzo Valico. «Non si è fatto nessun riferimento alla condizione di temporaneità di questo spostamento, lasciando quindi aperta l’ipotesi di un trasferimento definitivo, di cui già da tempo le varie amministrazioni comunali paventano la possibilità. Noi stessi abbiamo parlato con l’assessore al Commercio Pino Dolcino, il quale ci ha detto che lo spostamento dovrebbe essere valido fino al 14 giugno e, successivamente a quella data, l’amministrazione dovrebbe riunirsi con i rappresentanti degli ambulanti per decidere il da farsi. Ma la paura è, appunto, che diventi tutto definitivo».

Quello che chiedono i commercianti, perciò, sono garanzie: «Pur comprendendo la situazione di emergenza che tutti stiamo vivendo, chiediamo garanzie su un ritorno del mercato in piazza, con tutte le precauzioni che si renderanno necessarie. Il mercato rappresenta un importantissimo richiamo commerciale e non dimentichiamo che è l’unica manifestazione novese che è presente in questa zona, visto che solitamente viene organizzato tutto in altri punti del centro storico».

Vengono sottolineate inoltre le criticità dei parcheggi: «Chi veniva al giovedì parcheggiava alle caserme, adesso mancheranno gli spazi. Si tenga presente infatti che piazza XX nei giorni normali è off limits già al mattino molto presto. Gli avventori si riverseranno su altre strade cittadine dove già il posto scarseggia».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La foto

Dorme, con la gamba ingessata,
sulla panchina

08 Luglio 2020 ore 16:22
Serravalle Scrivia

Violenza
e sequestro di persona, arrestato 45enne

04 Luglio 2020 ore 09:15
.