Giovedì 01 Ottobre 2020

la conduttrice tv

Clerici, niente "Casa nel bosco": ma con Arquata collegamenti quotidiani

Dal 7 settembre sarà al timone di "È sempre mezzogiorno" su Rai Uno

Clerici, niente "Casa nel bosco": con Arquata collegamenti quotidiani

La Clerici nella tenuta di Arquata

ARQUATA SCRIVIA — “La casa nel bosco”, la trasmissione tv che Antonella Clerici voleva condurre dalla propria abitazione di Arquata Scrivia, non ha trovato spazio nei palinsesti della Rai. In compenso la conduttrice che da un paio d’anni vive nella tenuta di Vittorio Garrone nei pressi di Varinella, dal 7 settembre prossimo sarà alla guida di “È sempre mezzogiorno” su Rai Uno e il collegamento live con Arquata sarà giornaliero.

“È sempre mezzogiorno” è uno show quotidiano che usa la cucina come contesto in cui parlare di attualità con gli ospiti fissi del programma, giocare con il pubblico a casa, intervistare ospiti vip e “portando” per la prima volta la natura in studio, con uno stile contemporaneo e di grande effetto visivo: un muro di led a forma di emiciclo metterà la conduttrice non solo in contatto con il pubblico e i suoi ospiti, ma anche con il suo amato bosco, quello che circonda la sua tenuta di campagna ad Arquata Scrivia. Alla frase rituale di Antonella – «Vediamo cosa succede nel bosco» – il muro di led mostrerà le immagini live più suggestive, curiose e poetiche della vita nel bosco che circonda la sua tenuta di campagna.

Ogni giorno Antonella porterà con sé un “pezzetto” di questo luogo che le è così caro per condividerlo con tutta Italia, accoglierà il pubblico e i suoi ospiti in un nuovo mondo, fatto di genuinità, amore per la campagna, un’attenzione particolare per il territorio italiano e i suoi prodotti, un contatto diretto e più costante con i suoi spettatori e con la provincia.

Si racconterà cosa accade a mezzogiorno in Italia: dal nord a sud, si ascolteranno le storie di provincia, quelle di un paese che si muove, chiacchiera, fa la spesa, vive a contatto con la natura, fino al momento di mettersi a tavola. L’emiciclo avvolgerà un ambiente che riproduce una cucina di campagna, caratterizzata da una tavola, luogo di aggregazione e condivisione finale del cibo, un grande spazio cooking, con fornelli e frigo, e lo spazio dedicato all’orto (a parete o attiguo agli ambienti). Un altro spazio, infine, sarà riservato ai giochi al telefono. Antonella, infatti, ripristinerà i vecchi collegamenti telefonici per giocare con gli spettatori a casa. Dopo aver preparato, giocato e chiacchierato Antonella e i suoi amici augureranno buon appetito alle famiglie italiane.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

>

Le notizie più lette

.