Venerdì 23 Agosto 2019

Pernigotti, il no di Repetto: "Non faccio miracoli". Oggi arriva Chiamparino

"Non riesco a fare altri miracoli". Flavio Repetto, patron della Novi Elah Dufour, si chiama fuori dal salvataggio della Pernigotti. Intanto oggi è atteso l'arrivo del governatore del Piemonte Sergio Chiamparino

Pernigotti, il no di Repetto: "Non faccio miracoli". Oggi arriva Chiamparino
NOVI LIGURE – «Non riesco a fare altri miracoli». Flavio Repetto, patron della Novi Elah Dufour, si chiama fuori dal salvataggio della Pernigotti. Indicato come uno dei possibili componenti di una cordata di imprenditori intenzionati a salvare la fabbrica dolciaria di viale della Rimembranza, Repetto all’Ansa conferma di essere stato contattato, ma che non sarà della partita: «Mi stanno corteggiando in tanti, anche da Roma. I romani fanno troppo in fretta: arrivano, cercano di capire, se ne vanno, perché di crisi ce ne sono troppe. Io spero solo che il futuro della Pernigotti non sia ancora straniero».

Il cavalier Repetto ricorda che «Trent’anni fa, quando rilevai la Novi, proposi a Pernigotti di dare vita a un gruppo unico». «In troppi hanno giocato sulla Pernigotti – aggiunge – e negli ultimi anni la proprietà turca non ha fatto nulla per lo stabilimento di Novi». Oggi, dice Repetto «marchi come Pernigotti, che vanta 160 anni di storia, non si trovano con facilità e l’Italia li sta perdendo tutti».
«Sono orgoglioso della stima che i lavoratori oggi mi dimostrano e, da novese, mi spiace per quello che sta accadendo – conclude il presidente del gruppo Novi Elah Dufour – Ma non riesco a fare altri miracoli».

Intanto questo pomeriggio è atteso l’arrivo a Novi del governatore Sergio Chiamparino, che incontrerà i lavoratori dello stabilimento intorno alle 15.30 (tra l’altro la Regione si era dichiarata possibilista sull’acquisizione del marchio, tramite la finanziaria FinPiemonte).

Proseguono anche le manifestazioni di solidarietà: in attesa del corteo del 1° dicembre (dovrebbe partire dalla fabbrica e arrivare fino in piazza della Collegiata dopo aver attraversato tutta la città) e della fiera di Santa Caterina (dove gli operai avranno uno stand per incontrare i cittadini), a breve sarà attivato un fondo per aiutare le famiglie dei lavoratori. Ieri hanno portato la propria vicinanza ai dipendenti in assemblea permanente da due settimane i ragazzi della scuola media Boccardo e gli alpini del gruppo di Novi. Anche lo sport si sta dando la fare: la Tiger Novi ha giocato l’ultima partita indossando maglie con la scritta «Pernigotti è di Novi» mentre ieri sera, nel match tra gli Juniores della Novese e quelli dell’Hsl Derthona, gli atleti sono scesi in campo con lo striscione della Pernigotti. Una sensibilità che ha travalicato anche i confini della città: la maglia con lo storico marchio dolciario è stata indossata anche dai Giovanissimi della Capriatese.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

novi ligure

Uomo sale sul traliccio
e tenta il suicidio

16 Agosto 2019 ore 10:56
.