Giovedì 18 Luglio 2019

Un viaggio musicale nella storia dello swing al Gavazzana Blues

"Attacchi di swing", concerto che unisce il virtuosismo della chitarra manouche di Corrado Caruana all'eclettismo di Alessandro Mori, intratterrà il pubblico del Gavazzana Blues

Un viaggio musicale nella storia dello swing al Gavazzana Blues
GAVAZZANA - Lunedì 3 dicembre, le cantine di Casa Don Sterpi a Gavazzana si preparano ad accogliere un grande concerto, “Attacchi di swing”. Il virtuosismo della chitarra manouche di Corrado Caruana e l'eclettismo di Alessandro Mori al clarinetto trasformeranno le cantine del Gavazzana Blues in un salotto anni Trenta dall'atmosfera soffusa e intrigante pronto a contenere gli elementi ritmico-armonici jazz e del valse francese, arricchito da improbabili strumenti a sorpresa.

Il ritmo incalzante accompagnerà un pubblico attento e divertito in un vero viaggio musicale, fatto di grande musica e di sorprendenti aneddoti sulla storia dello swing e dei brani presentati. Un continuo crescendo umoristico fantastico, il gioco delle parti tra l'istruito ma timido musicista che annuisce suo malgrado, e il vulcanico istrione, baffo alla francese, che intrattiene con i suoi aneddoti e bislaccherie, mettendo alla prova il compagno, che con il suo bel sorriso discreto tenta di uscire ogni volta dall'impaccio. L'estrosità delle gag clownesche non si limita solo alla parola, ma esplode con una miriade di strumenti musicali.

Alessandro Mori si è diplomato in clarinetto al conservatorio di Parma. Diplomato fonicoeEuropeo al Teatro Due di Parma, ha poi iniziato l’esperienza teatrale a livello professionale con il Teatro Telaio di Brescia, per proseguire poi con la compagnia di cui fa parte dal 2002, Teatro Necessario.
Ha all'attivo il coinvolgente spettacolo di comicoswing che porterà a Gavazzana in duo con l'amico chitarrista Corrado Caruana.

Caruana, laureato in Economia, indirizzo Marketing presso l'Università degli Studi di Parma. Si avvicina allo strumento all'età di dieci anni grazie al padre e alla sua passione per la musica e la chitarra. Una volta appresi i primi rudimenti della disciplina inizia un breve ciclo di lezioni private per poi intraprendere l'arduo ma appagante percorso da autodidatta. Passa dal blues al hard rock con diverse band. Nel jazz trova la sua vera vocazione; si specializza nella tecnica gypsy-jazz basata sugli arpeggi e sull'utilizzo del plettro, intraprendendo un'accurata ricerca delle sonorità tipiche del genere musicale creato dal chitarrista gitano Django Reinhardt e successivamente riproposte da chitarristi di spessore quali Biréli Lagrène, Stochelo Rosenberg e Angelo Debarre.

Appuntamento lunedì dalle 21.30. Ingresso libero riservato ai soci.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

serravalle scrivia

Si ribalta camion carico di carne,
6 km di coda in autostrada

07 Luglio 2019 ore 19:43
pozzolo formigaro

Loris se ne va
in silenzio: i...

05 Luglio 2019 ore 21:59
novi ligure

Accusa di omicidio stradale
per un 80enne novese

08 Luglio 2019 ore 18:02
.