Venerdì 23 Agosto 2019

Accusato di tentato omicidio, la procura chiede 13 anni di carcere

La procura ha chiesto la pena di 13 anni di reclusione per il serravallese accusato di tentato omicidio per la sparatoria avvenuta lo scorso aprile a Novi, in via Rattazzi in cui era rimasto ferito un uomo di origine albanese. I due si erano conosciuti in carcere. Per la difesa si tratta invece di lesioni aggravate

Accusato di tentato omicidio, la procura chiede 13 anni di carcere
CRONACA - Ha chiesto una condanna a 13 anni di carcere il pubblico ministero per l'uomo ritenuto responsabile della sparatoria avvenuta lo scorso aprile a Novi. Amelio Longo, 41 anni, residente a Serravalle, è accusato di tentato omicidio. Aveva esploso tre colpi di arma da fuoco verso Roland Kola, 43 anni, cittadino albanese, rimasto gravemente ferito. Secondo la ricostruzione fatta durante le indagini, condotte dai carabinieri, Kola era scampato alla morte perchè l'arma si era inceppata e Longo non era riuscito ad esplodere un altro colpo. 
Longo, dopo la sparatoria, era fuggito ed è stato rintracciato ed arrestato a maggio, un mese dopo, a Tortona. DIfeso dall'avvocato Enrico Grillo di Genova, l'uomo ha sempre sostenuto di non avere avuto l'intenzione di uccidere. 
I due sierano conosciuti in carcere ed entrambe avevano la passione per le scommesse. Sarebbe proprio un debito di gioco alla base del dissidio, sfociato poi nella sparatoria.
Il difensore aveva optato per il rito abbreviato, contando su uno sconto di pena. Era stata fatta anche una perizia medico-legale ed una perizia balistica. 
L'altro giorno, davanti al giudice, il pubblico ministero ha avanzato la richiesta di pena per il tentato omicidio. 
La difesa ha chiesto invece di derubricare il reato in quello meno grave di lesioni aggavate.
La sentenza sarà pronunciata il prossimo 18 dicembre. 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

novi ligure

Uomo sale sul traliccio
e tenta il suicidio

16 Agosto 2019 ore 10:56
.