Lunedì 13 Luglio 2020

Video ricetta

Le melanzane millefoglie, per dare libero sfogo alla propria fantasia

melanzane millefoglie

MELANZANE MILLEFOGLIE

Le Melanzane millefoglie dette anche Melanzane alla hasselback sono costituite da una serie di tagli molto vicini e verticali che attraversano la melanzana orizzontalmente dall’inizio alla fine e nei quali saranno inseriti vari tipi di condimenti, secondo i vostri gusti e quelli dei vostri famigliari. La parte divertente è proprio quella di alternare gusti e creare contrasti tra morbidezza e sapidità così da rendere ogni assaggio appetitoso e variegato. Lo stesso taglio potrete applicarlo ad altre varietà di ortaggi e tuberi, anzi nasce proprio con la patata, ma si può fare anche con zucchine, carote e cipolle.

Date sfogo alla vostra fantasia, coinvolgete i vostri bimbi e troverete così modi divertenti e gustosi per far apprezzar loro le verdure e renderle nutrienti e golose.

RICETTA:

  • Difficoltà: facile
  • Porzioni: 4
  • Tempo di preparazione: 15 min
  • Tempo di cottura: 30 min

Ingredienti:

  • 2 melanzane
  • 2 mozzarelle
  • 150 gr di mortadella igp
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 patate
  • Erbe aromatiche

Procedimento:

Con una mandolina tagliare a fette sottili le patate.

Pelare una cipolla e tagliarla con una mandolina.

Tagliare a fette sottilissime la mozzarella

Infilzare le melanzane con 2 stecchi nella parte sotto (questo procedimento serve a far si che dopo quando si tagliano le melanzane riusciranno a stare insieme ed aprirsi a fisarmonica).

Poi con un coltello tagliare a fette sottilissime la melanzana.

Riempire la melanzana a strati con mozzarella, mortadella, cipolla e le patate fino a finire tutti gli ingredienti.

Metterle in una teglia, con l’aglio, un pizzico di sale, abbondanti erbe aromatiche ed un filo di olio.

Infornare e cuocere per 30 minuti a 180°

Servire in tavola fumanti.


Il SOMMELIER Stefania Bobbio CONSIGLIA:

Per questo piatto ho pensato ad un vitigno autoctono piemontese, una delle più piccole Doc del Bel Paese e che negli anni ha conquistato sempre più pubblico, sto parlando del Verduno Pelaverga doc.

In passato il Pelaverga veniva impiantato e poi vinificato con altri vitigni come la barbera ed il nebbiolo, negli anni ’70 alcuni viticoltori cominciarono a vinificarlo in purezza ed i risultati presto furono davvero interessanti. Oggi i produttori che hanno continuato a credere in questo progetto sono poco più di una decina ed i risultati hanno continuato ad essere ottimi grazie a questo vitigno poliedrico, elegante, di colore rosso rubino intenso che in invecchiamento vira verso l’aranciato, al naso sentori di violetta, ribes, pepe bianco, rosa canina, profumi tipici del vitigno, in bocca si tratta di un vino fruttato e fragrante che conferma i sentori percepiti al naso, fresco, con buona acidità, elegante tannino, con un finale di frutta secca che rende l’assaggio persistente e invoglia al successivo.

Grazie alle note nobili e per nulla invasive di questo vino l’abbinamento è facile e sicuramente di successo con la nostra melanzana millefoglie che, nella sua semplicità cela una moltitudine di sapori e consistenze, abbiamo la croccante tendenza dolce delle patate, l’avvolgente grassezza della mortadella e la leggera sapidità della mozzarella, il tutto accompagnato ad ogni boccone da questa melanzana che, una volta cotta in forno, diventa morbida e calda. Il Verduno Pelaverga è altrettanto variegato pur rimanendo equilibrato tra morbidezze e durezze ed il matrimonio è presto fatto, e vi assicuro sarà duraturo e ben riuscito.

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La foto

Dorme, con la gamba ingessata,
sulla panchina

08 Luglio 2020 ore 16:22
Serravalle Scrivia

Violenza
e sequestro di persona, arrestato 45enne

04 Luglio 2020 ore 09:15
.