Domenica 11 Aprile 2021

L'allarme

Serravalle, focolaio al centro Anffas

L’Asl in aiuto per dare continuità assistenziale: 10 disabili e 4 operatori sono positivi

Serravalle, focolaio al centro Anffas

Villa Luciani

SERRAVALLE SCRIVIA - Preoccupa il focolaio di positività al Covid-19 che si è sviluppato al centro residenziale Anffas di Serravalle Scrivia, dove assistiti nella struttura che ospita giorno e notte i ragazzi disabili risultano contagiati dal virus. Tre di loro sono stati ricoverati all’ospedale e gli altri sette rimangono a ‘Villa Luciani’ e sono state attivate tutte le procedure necessarie, con il medico della struttura e i sanitari dell’Asl Al per curarli nella residenza di Serravalle Scrivia.

Oltre agli ospiti ci sono anche quattro operatori contagiati e questo rende problematica la gestione del centro residenziale: il presidente Maria Sestito Cermelli ha lanciato la richiesta di operatrici o operatori socio sanitari socio sanitari disponibili a prendere servizio immediatamente. L’azienda sanitaria locale ha fornito l’elenco delle Oss che avevano fatto domanda di inserimento nel bando regionale per l’assunzione di operatori a tempo determinato.

L’Anffas di Novi al centro ‘Paolo e Lorenzo Pernigotti’ di Villa Luciani a Serravalle Scrivia gestisce anche l’ospitalità diurna, che è chiusa da lunedì scorso. Gli abituali ospiti da cinque giorni rimangono nelle loro famiglie: per affiancarle nell’assistenza, è appena stato attivato un servizio apposito in collaborazione tra Anffas e Unità speciale di continuità assistenziale dell’ASl Al

Nessuno dei positivi al Covid sarebbe in condizioni preoccupanti.

 

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La campagna

Over 60:
da questa mattina
pre-adesioni per i vaccini

08 Aprile 2021 ore 07:36
.