Giovedì 30 Giugno 2022

novi ligure

Pendolari: «Trasporto ferroviario, la Regione si rimangia la parola»

Il consiglio regionale ha bocciato l'ordine del giorno sulle associazioni dei pendolari, già approvato dalla commissione Trasporti

novi-ligure-stazione-ferroviario-protesta-pendolari

NOVI LIGURE — La Regione istituisce quattro treni per collegare il Piemonte con la riviera romagnola, durante tutti i weekend estivi (fermate a Torino, Asti, Alessandria). Peccato che sul fronte del trasporto pendolari si rimangi la parola data appena qualche settimana fa.

Il consiglio regionale infatti ha bocciato l’ordine del giorno presentato da Sean Sacco (M5s) per chiedere un coinvolgimento attivo delle associazioni di pendolari nella definizione del nuovo contratto di servizio per le ferrovie piemontesi (la gestione sarà affidata direttamente a Trenitalia, senza una gara pubblica).

Alessandria: nuovi treni per Bologna
e la riviera romagnola

Collegamenti tutti i weekend dal 18 giugno all'11 settembre

«Un fatto grave, tanto più perché questa Giunta si è rimangiata la parola data. L’ordine del giorno era infatti stato approvato appena poche settimane fa in commissione Trasporti, con il voto favorevole delle forze di maggioranza – dice Sacco – Il trasporto ferroviario in Regione oggi è inadeguato, contraddistinto da continui disagi e disservizi, e si sarebbe dovuto lavorare sedendosi al tavolo con chi disagi e disservizi li vive sulla propria pelle quotidianamente».

L’esponente grillino rincara la dose: «Questa bocciatura arriva a poco più di 24 ore dal dibattito sull’emendamento alla legge di Stabilità voluto dalla Giunta per stanziare 63 milioni di euro per il contratto di servizio su ferro, in aggiunta ai 2,443 miliardi di euro che saranno erogati in dieci anni. Nessuno è stato in grado di spiegarci come quei soldi verranno spesi per migliorare i trasporti».

Pendolari coinvolti nella stesura del contratto Regione-Ferrovie

Vittoria per le associazioni dei pendolari, tra cui l'Apn di Novi Ligure

Aggiunge il collega Ivano Martinetti: «È giusto e doveroso investire risorse sui trasporti, ma dalla Giunta regionale pretendiamo risposte che chiariscano una volta per tutte la situazione».

Protestano anche le associazioni dei pendolari piemontesi: «Eravamo in attesa di una convocazione in Regione a Torino che non è mai arrivata – dice il presidente dell’Apn di Novi Ligure, Andrea Pernigotti – L’assessore regionale è anche venuto ad Alessandria a fare passerella con i sindaci senza invitare le associazioni. Un ennesimo schiaffo, se mai ce ne fosse stato bisogno, per dimostrarci qual è, secondo loro, la “costruzione partecipata” con le associazioni».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Lo spoglio

Giorgio Abonante
nuovo sindaco di Alessandria

27 Giugno 2022 ore 00:14
.