Giovedì 30 Giugno 2022

l'intervista

Bocca: «Tre parole d'ordine: viabilità, sicurezza e commercio»

Marcello Bocca è il candidato sindaco di "RiparTiAmo" alle elezioni comunali di Serravalle Scrivia, che si terranno domenica

serravalle-scrivia-marcello-bocca-ripartiamo-candidato-sindaco-elezioni-comunali-2022

Marcello Bocca

SERRAVALLE SCRIVIA — Marcello Bocca, 51 anni, tecnico comunale a Cassano Spinola, è il candidato sindaco di “RiparTiAmo” alle elezioni comunali di Serravalle Scrivia, in programma il 12 giugno.

— La vostra lista è arrivata per ultima, quando ormai sembrava che i giochi fossero fatti. Siete il terzo incomodo tra Biagioni e Pinzone?

«La nostra non è una lista di disturbo. E non nasciamo per appoggiare più o meno occultamente questo o quel candidato. Ci siamo candidati per vincere e andremo fino in fondo».

— Chiunque diventerà sindaco dovrà affrontare l’annoso problema della sicurezza. Cosa proponete?

«Intendiamo aumentare notevolmente il numero di telecamere, farle funzionare a dovere e migliorarne anche la tecnologia, utilizzando sistemi di riconoscimento facciale. Inoltre vogliamo far emergere le sacche di illegalità con verifiche incrociate tra i vari database, per individuare gli abusivi e avere il controllo sulle effettive situazioni abitative».

— Le prime opere di Bocca sindaco?

«Sistemare il marciapiede verso Libarna, affiancandolo a una pista ciclabile. Poi realizzare aree di sgambamento per i cani. E chiedere con forza alle Autostrade la costruzione delle barriere antirumore lungo la A7».

— In caso di vittoria, dovrete anche confrontarvi con il progetto di raddoppio di via Roma e pedonalizzazione di via Berthoud.

«È un progetto il cui iter ormai è avviato ma pensiamo di poterlo migliorare, ad esempio introducendo incentivi per l’apertura di attività e locali nella zona pedonale e per rifare le facciate degli edifici. Anche alla pavimentazione dovremo prestare particolare attenzione».

— Un salotto insomma, ma per animarlo serviranno idee…

«Creeremo un tavolo di lavoro con tutte le associazioni presenti sul territorio per organizzare durante tutto l’anno eventi che promuovano commercio e turismo. Con i negozianti, in particolare, apriremo un dialogo costante, per recepire le loro esigenze e porre le basi per il rilancio del tessuto commerciale. Intendiamo anche abbassare le tariffe per le aree mercatali e concedere gratuitamente ai commercianti l’occupazione di suolo pubblico».

— In campagna elettorale qualcuno ha tirato fuori una vecchia vicenda giudiziaria in cui era stato coinvolto…

«Le mie pendenze si sono chiuse anni fa, con l’assoluzione piena per l’accusa di peculato e la prescrizione per quella di abuso d’ufficio (peraltro io stesso avevo più volte sollecitato la fissazione dell’udienza per chiarire la mia posizione)».

— Già scelto il vicesindaco in caso di vittoria?

«Sarà Gaetano Franchina. La nostra squadra si è formata in mesi di lavoro durante i quali abbiamo condiviso un programma per Serravalle: ci piacerebbe essere giudicati sulla base di quelle idee».

Leggi qui le interviste agli altri candidati

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Lo spoglio

Giorgio Abonante
nuovo sindaco di Alessandria

27 Giugno 2022 ore 00:14
.