Mercoledì 05 Ottobre 2022

novi ligure

Caro energia, Acos replica alle accuse: «Costi quadruplicati»

Per il Comune di Novi Ligure si prospetta una maxi bolletta da 5,3 milioni di euro, contro i 2,3 dell'anno scorso

20 Settembre 2022 ore 10:30

angelo-carrosio-acosì-maxi-bolletta

Angelo Carrosio

NOVI LIGURE — Bolletta da 5,3 milioni di euro per il Comune di Novi Ligure: a tanto ammonta la proiezione di spesa che Acosì – società del gruppo Acos incaricata della gestione calore – ha trasmesso in municipio nelle settimane scorse. Una batosta, se si considera che la spesa finale della stagione 2021-2022 era stata di 2,3 milioni.

«Stiamo discutendo sia con il commissario prefettizio Paolo Ponta che con i tecnici del Comune per trovare soluzioni utili a efficientare i consumi degli immobili comunali, arrecando il minor disagio possibile all’utenza, attraverso la razionalizzazione di orari, temperature di utilizzo e mediante l’utilizzo di energie rinnovabili», dice il presidente di Acosì Angelo Carrosio.

Anche perché altre strade, per ora, paiono non esserci: «Il costo della materia prima è passato, in un anno, da 33 a 175 euro al megawattora, con un incremento del 430 per cento – afferma Carrosio – E il contratto con il Comune di Novi Ligure prevede che la tariffa applicata sia aggiornata in funzione del prezzo della materia prima».

Il servizio completo sul Piccolo in edicola

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.