Sabato 01 Ottobre 2022

novi ligure

L'opposizione riscrive il bilancio (e ha i numeri per farlo)

A Novi Ligure presentati cinque emendamenti che cambiano l'impianto del documento di programmazione

26 Giugno 2022 ore 06:30

di Elio Defrani

novi-ligure-consiglio-comunale

NOVI LIGURE — Democratici, Movimento 5 Stelle e Solo Novi hanno presentato cinque emendamenti al Dup, il documento di programmazione del Comune di Novi Ligure, che sarà discusso giovedì in consiglio insieme al bilancio preventivo.

I cinque emendamenti riguardano il fabbisogno di personale, gli interventi per gli anziani, le politiche giovanili, le politiche per lo sport e l’inceneritore di rifiuti, rispetto al quale i consiglieri di opposizione si esprimono con un secco “no”.

Inceneritore, altolà a Cabella: «Il consiglio ha detto no»

Dem, M5s e Solo Novi chiedono che il sindaco di Novi Ligure prenda le distanze dal presidente del Csr Angelo Ravera

Sulla carta, salvo assenze o ripensamenti, la maggioranza non può impedire l’approvazione degli emendamenti perché… non è maggioranza. Democratici, M5s e Solo Novi possono contare infatti su 9 voti, contro gli 8 di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia. «Gli emendamenti sono stati sottoscritti in maniera unitaria, con l’obiettivo di rendere più vicino agli interessi e ai bisogni dei novesi il bilancio che sarà approvato», spiegano dall’opposizione.

Il Dup presentato dalla maggioranza prevede l’assunzione di un dirigente e di 5 agenti di polizia municipale. L’emendamento presentato dispone l’annullamento dell’assunzione di un nuovo dirigente, e con i risparmi ottenuti l’assunzione di altri due agenti di polizia e di due operai addetti alla manutenzione.

Housing sociale, Villa Zucca agli insegnanti precari di Novi

I quattro alloggi dell'edificio destinati al personale scolastico che arriva da fuori zona e non trova una sistemazione in città

L’opposizione inoltre chiede l’apertura di uno sportello a Palazzo Dellepiane, con il compito di supportare nell’espletamento delle pratiche burocratiche tutti i cittadini residenti a Novi in difficoltà per ragioni dovute al digital divide o a differenze linguistiche o culturali. Inoltre l’emendamento riporta Villa Zucca alla destinazione iniziale per la quale era stata ristrutturata, cioè a progetti di housing sociale rivolti a famiglie residenti a Novi.

Sull’inceneritore di rifiuti, l’emendamento presentato ribalta completamente la questione, disponendo che «nessuna attività che favorisca l’impianto di un termovalorizzatore sul territorio novese sarà svolta dall’amministrazione comunale, compresi gli eventuali atti urbanistici volti alla concessione, in qualsiasi forma, di terreni allo scopo destinati».

Per le politiche giovanili si chiede di ampliare il servizio svolto dal Punto Giovani e la riapertura dello Spazio Giovani (alla ex caserma Giorgi, presso i locali del servizio veterinario Asl, recentemente ristrutturati ma ora vuoti). Sullo sport invece l’emendamento stabilisce che vengano mantenute le attuali condizioni tariffarie anche in caso di cambio gestore degli impianti.

Il Banco Alimentare si amplia. «Ma a spese del Punto Giovani»

La scelta dell'assessore Moncalvo contestata da Tedeschi (Pd): «Prima del Covid quei locali alla ex Caserma erano molto usati»

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La tragedia

Casale, incidente in zona industriale: un morto e un ferito

20 Settembre 2022 ore 22:01
.