Domenica 11 Aprile 2021

val lemme

Gavi, troppi contagi: alunni sui banchi ma stop a mensa e scuolabus

In paese 80 positivi e il sindaco Carlo Massa corre ai ripari. A San Cristoforo lezioni solo al mattino

gavi scuole

Le scuole di Gavi

GAVI — Mensa scolastica e servizio di scuolabus sospesi a Gavi, da domani e fino a data da destinarsi. Dal 7 aprile, in Piemonte i bambini della scuola dell’infanzia e delle elementari e i ragazzi della prima media tornano sui banchi di scuola, ma a Gavi la situazione dei contagi è critica.

Secondo l’ultimo dato ufficiale, quello di ieri, nel borgo della val Lemme ci sono 80 contagiati (per fare un confronto, a Novi ce ne sono 121). Per questo il sindaco Carlo Massa ha deciso di sospendere fino a data da destinarsi la mensa scolastica e il servizio di scuolabus. Il primo cittadino ha riunito il centro operativo comunale della protezione civile e ha ritenuto indispensabile «impedire ogni forma di assembramento o altre situazioni di pericolo per la salute pubblica». Provvedimento simile anche a San Cristoforo, dove però i malati sono solo 6.

Sabrina Caneva, dirigente dell’istituto comprensivo De Simoni (che riunisce i plessi della val Lemme), ha fatto sapere alle famiglie che «per le scuole di Gavi e San Cristoforo, considerata la situazione epidemiologica e in accordo con i sindaci, non sarà garantito il servizio di mensa scolastica e, fino a nuova disposizione, le lezioni si terranno solo in orario antimeridiano».

Tutto regolare nel resto della val Lemme. Per gli altri plessi – Bosio, Capriata d’Orba, Carrosio, Francavilla Bisio, Tassarolo e Voltaggio – i sindaci e la dirigente scolastica infatti  «hanno sentito più volte il Sisp dell’Asl che ritiene non persistano condizioni tali da mantenere chiuse le scuole».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

La campagna

Over 60:
da questa mattina
pre-adesioni per i vaccini

08 Aprile 2021 ore 07:36
.