Domenica 26 Settembre 2021

novi ligure

La testimonianza di Stefano: «In Burundi il bene si tocca con mano»

Il volontario di Ascolta l'Africa è appena tornato da Murayi, dove ha portato gli aiuti raccolti dai novesi

stefano-gabriele-novi-ligure-murayi-burundi-acquedotto

Stefano Gabriele

NOVI LIGURE — Stefano Gabriele, il referente dell’associazione Ascolta l’Africa, è tornato dalla sua missione a Murayi, in Burundi. L’ex assessore di Novi Ligure era partito, per la prima volta da solo, un mese fa. È stato accolto con entusiasmo, favorito anche dal fatto che la situazione politico-militare in quella zona è tranquilla in questo periodo.

Si è subito messo al lavoro. Ha preso contatto con le suore del posto, 9 dorotee indigene più 17 novizie – che si occupano un po’ di tutto e in particolare del “Centro giovani”, dove 550 ragazzi si alternano tra lavoro e formazione a scuola – e ha “assunto” una sessantina di persone per portare a termine i lavori progettati dagli ingegneri novesi Tino Dellacasa e Roberto Arecco.

Mezzo secolo di aiuti a Murayi, l'impegno dei novesi

Cinquant'anni fa cominciava la missione in Burundi, che oggi prosegue con l'associazione Ascolta l'Africa

«I due nostri esperti hanno elaborato in questi anni alcuni progetti per portare l’acqua in quei luoghi dove ancora non c’è – ha spiegato Stefano Gabriele – Può sembrare incredibile, ma nel 2021 c’è ancora chi non ha acqua da bere! Sono andato a Murayi per controllare l’avanzamento dei lavori riguardanti tre nuovi lavatoi e quattro fontanelle (due nuove e due da ristrutturare), ma in particolare per verificare a che punto sono le opere per aumentare la portata d’acqua verso i quartieri».

Poi Stefano si è occupato del dispensario, dove un medico fornisce un minimo di assistenza sanitaria. Tutte queste lodevoli iniziative (la scuola, i lavori, il dispensario, il materiale di consumo e così via) vanno pagate, ma i contributi statali non bastano e qui intervengono le sottoscrizioni delle persone di buona volontà.

«Quest’anno sono riuscito a portare in Burundi 25 mila euro provenienti dal “bonus idrico” dell’Egato-6. Poi ho aggiunto 3 mila euro già presenti nelle casse di Ascolta l’Africa ma soprattutto i 16 mila euro ottenuti dalla sottoscrizione dei cittadini novesi», ha detto Gabriele. Sottoscrizione che non si ferma, visto che è ancora possibile donare (info 335 5461997 o 0143 2526).

La "missione" di Stefano: Ascolta l’Africa torna in Burundi

Stefano Gabriele, tra i fondatori dell'associazione di volontariato, partirà per Murayi a portare aiuti e riavviare i progetti sospesi

«Sono tornato in Italia con un po’ di tristezza, malinconia ed emozione – ha concluso Stefano Gabriele – ma sereno, perché soddisfatto del lavoro svolto in questi anni dalle persone che ho lasciato, con le quali si è ormai da tempo stabilito un rapporto di collaborazione, di amicizia e di fiducia reciproca. In quei luoghi il bene si tocca con mano».

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Castelletto d’Orba

Incidente di caccia: un uomo
trasportato in ospedale, è grave

19 Settembre 2021 ore 16:30
La tragedia

Morto nella notte il cacciatore ferito da un cinghiale

20 Settembre 2021 ore 10:11
.