Mercoledì 17 Agosto 2022

novi ligure

Prevenzione tumori, la pandemia dimenticata: allarme della Lilt

A Novi Ligure un convegno aperto a tutti per fare il punto sulla situazione e recuperare il tempo perso negli ultimi due anni

28 Marzo 2022 ore 06:20

di Elio Defrani

novi-ligure-prevenzione-oncologica-lilt-convegno

NOVI LIGURE — Il coronavirus ha provocato due pandemie. La prima è sotto gli occhi di tutti, mentre la seconda è passata quasi sotto silenzio: si tratta della prevenzione oncologica, che negli ultimi due anni ha subìto stop e rallentamenti. Proprio per discutere della “pandemia dimenticata” la Lilt ha organizzato un convegno a Novi Ligure, in collaborazione con l’Asl, l’Aso e l’Ordine dei medici. Sabato 2 aprile, a partire dalle 9.00, al Museo dei Campionissimi si daranno appuntamento medici di tutte le specialità ed esperti.

Il convegno ha l'obiettivo di attirare l’attenzione dei cittadini, dando particolare risalto all’importanza della prevenzione, purtroppo trascurata in questi ultimi due anni a causa della pandemia. Molte persone infatti hanno rimandato o rinunciato del tutto ai controlli annuali di screening.

La solidarietà si fa dolce grazie a Lilt e Novi Elah Dufour

Oggi una raccolta fondi per dotare l'ospedale San Giacomo di una nuova apparecchiatura

In questi ultimi due anni, l’European Cancer Organisation ha diffuso dati allarmanti che ci devono far riflettere e correre ai ripari. Già dopo il primo anno sono stati un milione i casi di cancro passati inosservati e ben 100 milioni i test di screening non eseguiti. Il Covid ha prodotto danni incalcolabili circa le diagnosi tardive, e i percorsi di cura, che risultano più difficoltosi. Nel corso del convegno interverranno medici specialisti del territorio che descriveranno l’attuale situazione della sanità provinciale dando ampio spazio alle richieste dei cittadini. 

La Lilt, la Lega italiana per la lotta ai tumori, venne fondata esattamente un secolo fa e per celebrare la ricorrenza è stato scelto lo slogan celebrativo “Nel futuro da 100 anni”. Forte dei suoi quasi 400 ambulatori, 106 associazioni provinciali e migliaia di volontari su tutto il territorio nazionale, la Lilt è sempre al fianco di chi combatte contro la malattia e in prima linea con programmi e iniziative per la diffusione della cultura della prevenzione come stile di vita.

Premio Delucca, riconoscimenti a chi combatte Covid e tumori

Il premio intitolato a Lino Persano invece sarà consegnato all'Us Novese e all'atleta Ludovica Cavo

Questo impegno non è venuto meno, seppur tra mille difficoltà, durante l’emergenza coronavirus che ha inciso negativamente anche sulla prevenzione oncologica. Negli ultimi due anni Lilt provinciale di Alessandria ha continuato incessantemente la propria attività ambulatoriale di diagnosi precoce per il melanoma cutaneo, il tumore al seno e il cancro al collo dell’utero, offrendo 4.011 prestazioni nel solo 2021.

Il programma degli interventi

  • Gian Paolo Cabella, sindaco di Novi Ligure
  • Federico Chiodi, sindaco di Tortona
  • Giovanni Castellani, coordinatore delegazione Lilt Novi Ligure
  • Luciano Bernini, direttore sanitario Aso Alessandria
  • Aldo Alpa, consigliere Ordine dei medici di Alessandria
  • Roberta Libener, presidente Lilt Alessandria
  • Nicolò Simone, medico di medicina generale
  • Maria Puglisi, Breast unit Aso Alessandria
  • Francesco Millo, responsabile Breast unit ospedale Tortona
  • Franco Montefiore, primario ospedale Novi
  • Giuseppe Giulio Gullo Vivaldi, chirurgo orale
  • Andrea Audo, cardiochirurgia Aso Alessandria
  • Maura Rossi, primario Oncologia Aso Alessandria
  • Roberta Buosi, primario Oncologia Asl
  • Maria Caterina Maconi, responsabile Prevenzione serena Asl

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

.