Giovedì 30 Giugno 2022

novi ligure

Al Ciampini Boccardo colture idroponiche in serra e orto diffuso

Progetto della scuola di Novi Ligure, che ora ha lanciato una raccolta fondi per acquistare il materiale necessario

novi-ligure-istituto-ciampini-boccardo-serra-orto-diffuso-colture-idroponiche-raccolta-fondi

[foto B. Gallizzi]

NOVI LIGURE — Gli studenti dell’istituto Ciampini Boccardo di Novi Ligure lanciano una raccolta fondi per far nascere un orto diffuso. La campagna, realizzata nell’ambito del progetto Donoscuola di Fondazione Crt, permetterà di riqualificare la serra della scuola per la coltura idroponica, e di creare un orto diffuso aperto alla comunità.

Il progetto si chiama “Spazio al cibo in serra” e si basa sul principio delle tre erre: riusa, riduci, ricicla. Tra gli obiettivi, anche quello di sensibilizzare la comunità studentesca e novese sul cambiamento climatico, promuovendo un ambiente più sostenibile.

La campagna di raccolta fondi nasce nell’ambito del progetto Donoscuola, realizzato dalla Fondazione Crt. «Contribuiamo a riportare la scuola al centro della comunità e a consolidare questo legame, oggi doppiamente importante per lo sviluppo dei territori dopo gli anni difficili della pandemia – affermano il presidente della Fondazione Giovanni Quaglia e il segretario Massimo Lapucci – Con questa iniziativa pionieristica, il mondo della scuola potrà disporre di nuovi strumenti strategici di progettazione, promuovere sinergie con una pluralità di attori, valorizzare il proprio capitale umano con l’acquisizione di ulteriori competenze e perseguire gli obiettivi nel segno di una maggiore sostenibilità economica».

"Spazio alla conoscenza", studenti novesi protagonisti a Procida

Ventitré alunni del Ciampini-Boccardo di Novi Ligure parteciperanno alle conferenze della Capitale italiana della cultura

Dopo una prima fase di formazione sul fundraising, che ha coinvolto ben 45 istituti, Donoscuola entra nel vivo con il lancio delle campagne di raccolta fondi delle dieci scuole vincitrici – tra le quali l’istituto Ciampini Boccardo – guidate da tutor specializzati: a Novi Ligure sarà Liborio Sacheli).

Sotto la sua guida, il Ciampini Boccardo ha deciso di promuovere buone pratiche con due progetti rivolti agli studenti e alla cittadinanza. Da una parte, ristrutturare la serra presente nel cortile della scuola, coltivando al suo interno microgreens e coltura idroponica per ridurre il consumo di risorse; dall’altra, creare un orto diffuso per aumentare la socialità e il benessere della comunità, riciclando i materiali e riutilizzando rifiuti organici per nutrire la terra.

Al Ciampini Boccardo gli studenti scoprono l'agricoltura

Il progetto della scuola di Novi Ligure si chiama "Spazio al cibo in serra" e si basa sul principio delle tre erre: riusa, riduci, ricicla

La campagna di raccolta fondi terminerà il 21 giugno, solstizio d’estate, ovvero il giorno più lungo dell’anno. L’obiettivo è raccogliere 8.500 euro per l’acquisto di pannelli e materiali isolanti, luci per stimolare la crescita delle piante, un sistema di irrigazione, materie prime e sementi, cartellonistica, attrezzatura per coltivare microgreens e coltura idroponica.

Sarà possibile contribuire al progetto donando sulla piattaforma Rete del Dono oppure partecipando il 27 maggio alla StraNovi, evento organizzato dall’Atletica Novese, dove il team di studenti e docenti sarà presente con uno stand per promuovere la campagna e raccontare il progetto a tutta la comunità novese.

Diverse realtà del territorio hanno già deciso di sostenere il progetto: il Lions Club di Novi Ligure, il Rotary Club di Novi Ligure, l’Erbaflor Peruzzo di Novi Ligure, l’azienda agricola Tenuta Basini di Arquata Scrivia e Roquette di Cassano Spinola.

Stranovi, torna la più classica delle manifestazioni podistiche

Un percorso di 4 chilometri all'interno del centro storico di Novi Ligure, adatto a tutti

EDICOLA DIGITALE

sfoglia

abbonati

Le notizie più lette

Lo spoglio

Giorgio Abonante
nuovo sindaco di Alessandria

27 Giugno 2022 ore 00:14
.